Archivio

Archivio per la categoria ‘Tutorial’

DIGI BASS Rack per Ableton Live

23 agosto 2012 Commenti chiusi

DIGI BASS Rack per Ableton Live + Tutorial Video

Scarica qui il Rack

 

Jazz Me: crea il tuo solo con una manopola!

22 agosto 2012 Commenti chiusi

JAZZ ME è un Rack Mid per Ableton Live che ti permette di generare un vero e proprio solo  semplicemente muovendo una manopola o uno slider sul tuo controller!

Scarica il Rack

Mashup con Akai Apc20

23 gennaio 2010 Commenti chiusi

Un Mashup di Nine Inch Nails, Michael Jackson e Bjork.

Nel  video vengono mostrate le nuove caratteristiche dell’Akai APC20: il “Note Mode” e “User Modes” per i Faders.

Ableton Live 8 “Concetti Essenziali” 3: Tracks

28 dicembre 2009 Commenti chiusi

Ableton Live 8 “Concetti Essenziali” è una serie di brevissimi Tutorials adatti sopratutto ai principianti o comunque a chi vuole comprendere i principi di base da assimilare per utilizzare al meglio il software.

Le “Tracks” (tracce) ospitano i “Clips”, servono ad effettuare il “Routing” del segnale e allo stesso tempo gestiscono la “Registrazione Audio” e “MIDI”, gli “Strumenti Virtuali”, gli Effetti e il Missaggio.

Arrangement View” e “Session View” condividono le stesse tracce con la differenza che in “Session View” le tracce sono organizzate verticalmente da sinistra verso destra mentre in “Arrangement View” sono disposte orizzontalmente dall’alto verso il basso.
Ogni “Traccia” può suonare soltanto un “Clip” per volta

Di solito i Clip che non devono suonare insieme vengono disposti negli slot della stessa colonna sopra il canale/traccia, mentre quelli che devono suonare contemporaneamente vengono distribuiti tra le tracce nella stessa fila costituendo così una “scene

Nell’immagine qui sotto è possibile vedere un Live Set con 5 tracce in “Session View” (Bass, Pad, ShortBright, Warm EP e Drums) ognuna delle quali ha dei Clips organizzati in 5 Scenes: Intro, A, B, B2, vamp out

Come abbiamo già detto “Arrangement View” e “Session View” condividono le stesse “Tracks” per cui una determinata traccia può suonare sia un “Clip” presente nell’ “Arrangement View” che uno nella “Session View” ma mai entrambi.
I Clips che vengono lanciati in Playback dalla “Session View” hanno la priorità su quelli riprodotti dall’ “Arrangement View”.
Facciamo un esempio: stiamo eseguendo un nostro “Live Set” in “Arrange View” composto da più tracce (basso, cassa, pad) ad un certo punto della performance, dopo essere passati alla modalità “Session View”, lanciamo un clip contenente una variazione di basso, il clip dell’Arrangement View della traccia basso smette di suonare sostituito da quello che abbiamo appena lanciato mentre le altre tracce continuano a suonare con i clips presenti nell’ “Arrangement View”
Per tornare al Playback dei Clips pressenti nell’ “Arrangement View” bisogna cliccare sul pulsante “Back to Arrangement” (letteralmente tradotto “Ritorna all’arrangiamento”) questo pulsante si accende quando una o più tracce sta suonando un Clip della Session al posto dell’Arrangement.
 Se invece questa variazione ci piace la possiamo “Catturare” nell’ Arrangement attivando il pulsante “Record”. Disattivando Record o premendo il pulsante Stop lasceremo l’arrangiamento inalterato.

Nella figura sotto Il Pulsante “Back to Arrangement” acceso segnala che è in play un clip della Session View


Ableton Live 8 “Concetti Essenziali” 2: Arrangement e Session View

27 dicembre 2009 Commenti chiusi

Ableton Live 8 “Concetti Essenziali” è una serie di brevissimi Tutorials adatti sopratutto ai principianti o comunque a chi vuole comprendere i principi di base da assimilare per utilizzare al meglio il software.

Gli elementi di base utilizzati in un live set vengono chiamati “Clips” Un Clip non è altro che un contenitore, all’interno del quale può esserci una sequenza midi, un campione audio o anche un’intera traccia musicale.

I Clip possono essere spostati, copiati, incollati, ripetuti a piacimento, modificati nella lunghezza, intonazione, velocità, timing, etc… in modo da costruire nuove strutture musicali e non.
I clips possono essere utilizzati in 2 “ambienti di lavoro” o “modalità” differenti “Arrangement View”, che si basa sulla disposizione dei clip lungo una TimeLine (impostazione simile agli altri software DAW: Logic, Cubase, Protools…)

e “Session View” adatta per creare in “Tempo Reale” o al volo.

Ogni Clip ha il suo pulsante di “PlayBack”, può essere “Lanciato” in qualsiasi ordine, e possiede una serie di “Settings” propri.

Si può passare dalla visualizzazione “Arrangement View” a “Session View” premendo il tasto “TAB” sulla tastiera del computer oppure cliccando con il mouse sull’apposito pulsante-selettore dedicato.

E’ importante comprendere che passando da una visualizzazione all’altra si cambia semplicemente l’apparenza grafica del “Live Set” e non si altera in nessun modo ciò che stiamo ascoltando e non cambiamo ciò che abbiamo registrato.

“Arrangement View” a “Session View” Interagiscono tra di loro: si può ad esempio improvvisare nella modalità “Session View”  lanciando in PlayBack i Clips e registrarne il risultato in “Arrangement View”: Tutto ciò è possibile perchè le due modalità sono collegate tra di loro attraverso le “Tracks


Ableton Live 8 “Concetti Essenziali” 1: Live Set

27 dicembre 2009 Commenti chiusi

Ableton Live 8 “Concetti Essenziali” è una serie di brevissimi Tutorials adatti sopratutto ai principianti o comunque a chi vuole comprendere i principi di base da assimilare per utilizzare al meglio il software.

Un Live Set è il documento che creiamo quando iniziamo a lavorare con Live, esso risiede in un “Live Project” una cartella che può essere aperta sia attraverso il menù “File” -> “Open Live Set

che attraverso il “File Browser” incorporato.

Selezionando il “Segnalibro” della “Library” si avrà la possibilità di accedere a tutta una serie di Tools Creativi e Live Sets Demo installati dal programma.

Esercitando un doppio click con il mouse sul nome di un “Live Set” lo apriremo nel programma.
E’ possibile scaricare altri “ Live Sets” creati da altri utenti direttamente dal sito di Ableton oppure è possibile fare un Upload dei propri.
Tutto ciò rende facile la collaborazione a distanza tra più utenti.