Archivio

Posts Tagged ‘Ableton Live 8’

Corso Ableton live 8 per DJ e Musicisti Produttori di Musica Dance

24 agosto 2012 Commenti chiusi

Corso Intensivo:Lunedì 17 e Martedì 18 Settembre 2012 oppure Sabato 22 e Domenica 23 Settembre infoline: 338-444.02.30

Corso con  5 lezioni-incontri settimanali per il mese di Settembre – Ottobre 2012 infoline: 338-444.02.30

Sede di svolgimento: Pomigliano d’Arco (na)

Per info su costi e modalità di iscrizione mandate una mail a f.cleopatra@tin.it con un vostro recapito telefonico se desiderate essere ricontattati telefonicamente

Impara a produrre le tue “Tracce”
Questo corso è indirizzato a Dj e Musicisti che vogliono imparare le tecniche di base utilizzate dai Produttori di musica Dance e Dj di tutto il mondo nella creazione delle proprie tracce.

  • Imparerai ad utilizzare “Simpler” ed “Impulse” rispettivamente il “Campionatore” e la “Drum Machine” di live per la creazione di Loops e Beats personalizzati.

  • Imparerai a personalizzare il tuo suono utilizzando i potenti effetti di Live (Filtro, Equalizzatore, Compressore, Riverbero, Delay) e i Plugins Vst e AU

  • Imparerai ad impostare ed utilizzare un Controller Midi hardware e/o il tuo iPhone o iPad con applicazioni progettate per Ableton Live come touchABLE o Griid

Sede di svolgimento: Pomigliano d’Arco – (Napoli)

facilmente raggiungibile da qualsiasi direzione (circa 9 km da Napoli) uscendo al casello autostradale della Napoli-Bari di Pomigliano d’Arco
Non sono richiesti particolari prerequisiti.
E’ preferibile seguire le lezioni con un proprio portatile e cuffia.

E’ possibile scaricare una versione di “Ableton Live 8″ o “Ableton Live Suite” gratuita della durata di 30 giorni per seguire il corso e fare pratica, oppure acquistarlo in negozio con uno sconto extra riservato agli allievi del corso.

Con Ableton Live è possibile missare tracce audio complete e Loops, fare Remix al volo, Mashup di beats ed Acappellas, catturare Loops Audio in tempo reale dai giradischi o da qualsiasi altra sorgente audio.

Argomenti svolti nel Corso
Impostare la scheda audio e regolare il buffer (test audio)
Aprire un Live Set, esplorare lʼArrangiament View e la Session View, cosa sono i Clips e come si lanciano “Launch Modes”, lanciare le scene.
Installare i Live packs.
Installare ed usare un Controller Supportato Nativamente, esempi con: M-audio O2 e Novation LaunchPad
Usare i Controller non Supportati Nativamente.
Warping: usare le modalità di Warp presenti in Live 8
Impariamo ad utilizzare Impulse il campionatore di Live dedicato ai suoni percussivi: caricare i campioni negli slot, utilizzare la funzione “Hot Swap”, modificare i parametri di “Start” “Tune” e “Stretch”, Usare il Filter, Saturator e Decay, Global Controls e Controlli Dedicati.
Creiamo un clip e scriviamo un beat usando il “MIDI Note Editor” creare le note, spostare copiare ed incollare, la griglia e la quantizzazione Impariamo il routing del segnale in live usando le uscite individuali di “Impulse”
Creazione di un gruppo per la batteria
Aggiungere uno o più “loops” ed usare lʼequalizzatore per creare spazio
Usare la funzione “Slice to New MIDI Track” per ri-arrangiare i loops e Produrre nuovo materiale: Riposizionamento degli Slices, usare gli effetti sugli Slices, usare i controlli “Macro”
Usare i “Clip Envelopes” sulle Tracce Audio per creare variazioni dello stesso Materiale Cambiare Pitch e Tuning per nota, Mutare o Attenuare una nota in un Campione, Modulare il “Sample Offset” dei Loops. Usare i “Clip Envelopes” come Templates.
Modulare Volume, Sends e Pan del Mixer.
Usare Simpler, il Campionatore di Live. Caricare i Campioni, imparare ad usare lʼinviluppo ADSR, il Filtro, e lʼLFO. Creare una linea di Basso usando il MIDI note Editor e la registrazione in tempo reale, uso della quantizzazione
Equalizzazione di cassa e basso: esempi pratici e tecniche per mettere dʼaccordo 2 suoni che si contendono lo spazio
Creazione di Effetti Speciali per le “Transitions” (White noise + Auto Filter) Uso degli effetti in Mandata (Riverbero e Delay)
Uso degli Effetti in Insert Il Vocoder come usarlo sulla Voce e sui Drum Loops Instrument, Drum ed Effect Rack, a che servono, come si costruiscono e loro utilizzo
Usare gli Effetti MIDI: Pitch, Velocity, Note Lenght, Arpeggiator, Chord, Scale, Random
Trasferire i Clips nellʼ ”Arrangement View” e creare una “Stesura-Arrangiamento” Usare lʼAutomazione del Volume, Pan e Plugins
Usare i “Processori di Dinamica” Compressore e Limiter con esempi pratici applicati ai suoni percussivi, ai Synth, e agli FX
Uso del Compressore e Limiter sul master Esportare le tracce ed archiviare i progetti

DIGI BASS Rack per Ableton Live

23 agosto 2012 Commenti chiusi

DIGI BASS Rack per Ableton Live + Tutorial Video

Scarica qui il Rack

 

Jazz Me: crea il tuo solo con una manopola!

22 agosto 2012 Commenti chiusi

JAZZ ME è un Rack Mid per Ableton Live che ti permette di generare un vero e proprio solo  semplicemente muovendo una manopola o uno slider sul tuo controller!

Scarica il Rack

Tecniche di Scratch con Ableton Live 8

9 agosto 2012 Commenti chiusi

Fare Scratch senza il giradischi? E’ più semplice di quanto si possa immaginare (o quasi), usando gli inviluppi, filtri, ed il sample start controls in Simpler. DJ Tech Tools’ Mad Zach lce lo dimostra in questo video:

Ableton Live 8 “Concetti Essenziali” 3: Tracks

28 dicembre 2009 Commenti chiusi

Ableton Live 8 “Concetti Essenziali” è una serie di brevissimi Tutorials adatti sopratutto ai principianti o comunque a chi vuole comprendere i principi di base da assimilare per utilizzare al meglio il software.

Le “Tracks” (tracce) ospitano i “Clips”, servono ad effettuare il “Routing” del segnale e allo stesso tempo gestiscono la “Registrazione Audio” e “MIDI”, gli “Strumenti Virtuali”, gli Effetti e il Missaggio.

Arrangement View” e “Session View” condividono le stesse tracce con la differenza che in “Session View” le tracce sono organizzate verticalmente da sinistra verso destra mentre in “Arrangement View” sono disposte orizzontalmente dall’alto verso il basso.
Ogni “Traccia” può suonare soltanto un “Clip” per volta

Di solito i Clip che non devono suonare insieme vengono disposti negli slot della stessa colonna sopra il canale/traccia, mentre quelli che devono suonare contemporaneamente vengono distribuiti tra le tracce nella stessa fila costituendo così una “scene

Nell’immagine qui sotto è possibile vedere un Live Set con 5 tracce in “Session View” (Bass, Pad, ShortBright, Warm EP e Drums) ognuna delle quali ha dei Clips organizzati in 5 Scenes: Intro, A, B, B2, vamp out

Come abbiamo già detto “Arrangement View” e “Session View” condividono le stesse “Tracks” per cui una determinata traccia può suonare sia un “Clip” presente nell’ “Arrangement View” che uno nella “Session View” ma mai entrambi.
I Clips che vengono lanciati in Playback dalla “Session View” hanno la priorità su quelli riprodotti dall’ “Arrangement View”.
Facciamo un esempio: stiamo eseguendo un nostro “Live Set” in “Arrange View” composto da più tracce (basso, cassa, pad) ad un certo punto della performance, dopo essere passati alla modalità “Session View”, lanciamo un clip contenente una variazione di basso, il clip dell’Arrangement View della traccia basso smette di suonare sostituito da quello che abbiamo appena lanciato mentre le altre tracce continuano a suonare con i clips presenti nell’ “Arrangement View”
Per tornare al Playback dei Clips pressenti nell’ “Arrangement View” bisogna cliccare sul pulsante “Back to Arrangement” (letteralmente tradotto “Ritorna all’arrangiamento”) questo pulsante si accende quando una o più tracce sta suonando un Clip della Session al posto dell’Arrangement.
 Se invece questa variazione ci piace la possiamo “Catturare” nell’ Arrangement attivando il pulsante “Record”. Disattivando Record o premendo il pulsante Stop lasceremo l’arrangiamento inalterato.

Nella figura sotto Il Pulsante “Back to Arrangement” acceso segnala che è in play un clip della Session View